Uva Tosca - RE13: general information

information managed by Dipartimento di Scienze della Vita - Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
how to cite this source Imazio S., Antonelli A., Masino F., Matrella V., Montevecchi G., Vasile Simone , Bignami C., 2015. Uva Tosca. In: Italian Vitis Database, www.vitisdb.it, ISSN 2282-006X
acknowledgments Fondazione Ager, Istituto A. Zanelli (RE)
general information
name Uva Tosca
code ITA421-RE13
country of selection Italia
region of selection Emilia-Romagna
province of selection Reggio Emilia
locality of selection n.a.
holding institution n.a.
collection vineyard Azienda Agraria dell’Istituto d’istruzione superiore Antonio Zanelli-Reggio Emilia
variety & clone
type of origin spontanea
genera Vitis
specie Vitis vinifera
subspecie sativa
variety Uva Tosca
clone n.a.
standardized microsatellite profile
loci: predefined loci ( 9 )
SSR locus: VVS2 VVMD5 VVMD7 VVMD27 VrZAG62 VrZAG79 VVMD25 VVMD28 VVMD32
allele: A1 A2 A1 A2 A1 A2 A1 A2 A1 A2 A1 A2 A1 A2 A1 A2 A1 A2
size: 151 155 231 231 247 257 181 189 194 204 249 259 240 242 237 237 241 273
images
  • shoot
    shoot
  • shootTipUs
    shootTipUs
  • shootTipLs
    shootTipLs
  • leaf
    leaf
  • leafUs
    leafUs
  • leafLs
    leafLs
  • petiol sinus
    petiol sinus
  • flower
    flower
  • bunch
    bunch
  • berry
    berry
  • seed
    seed
note

La prima citazione dell’Uva Tosca ‘risale al  1644, quando Tanara descrive il vino di questa varietà “rossetto, piccolo, non molto dolce, piccante, gratioso e sanissimo”. Nel 1800 Filippo Re, nel resonconto dei viaggi nelle montagne di Reggio Emilia, stila "la nota delle uve che si coltivano nella nostra montagna"; tra le 21 varietà che elenca, la Toscaviene ritenuta "la migliore per gli alberi".  La salubrità e sapidità del vino di Uva Tosca è riportata anche da Nicolò Caula, che nel 1752 descrive lo scarso colore di Tosca e le differenze entro vitigno: “…altra è lunghetta di grane, altra è rotonda” (in Maini, 1851). Aggazzotti d(1867) parla di due varietà, Tosca gentile, di cui  descrive caratteristiche morfologiche, tardività e resistenza ai geli invernali, e Tosca comune, di cui delinea le differenze rispetto a Tosca gentile: acini di maggiore dimensione, maggiore produttività e rusticità, ma minore finezza e bontà.  Di Rovasenda (1877), che nella sua Ampelografia riprende la descrizione di Aggazzotti, afferma che Tosca comune è la più coltivata a Sassuolo e Modena.

Nel 1840 la Tosca è stata inserita dal Bertozzi nell’elenco delle  "altre viti di uva di colore"prodotte nel Reggiano.

Casali (1915) inserisce solo "òva tòsca" come nome reggiano, a fronte dei nomi italiani "Tosca" e "Tosca comune".

La sua attitudine ad essere coltivata in  collina e montagna viene descritta da Marzotto (1925).

Nel periodo post-fillosserico la sostituzione nei nuovi vigneti e l’abbandono delle montagne hanno causato la rarefazione di questo vitigno, presente oggi su pochi ettari.

 

Diffusione e variabilità

L'Uva Tosca è attualmente rara in coltivazione.

 

Caratteristiche agronomiche

La pianta è resistente alle basse temperature invernali e alla Botrytis.

 

Prodotti

Viene utilizzata prevalentemente per la produzione di vino, a cui conferisce alta acidità e una particolare sapidità. Per questo nel Reggiano veniva inserita traduizionalmente in uvaggi con uve di colore e con alto grado zuccherino, come Ancellotta e Bersmein.

 

 

related bibliography (8)
authors year title journal citation
Tanara 1644 L’economia del cittadino in villa Edizione del 1674 stampata “appresso Steffano Curti ”, Venezia. pg 608
Bertozzi V. 1840 Viti della provincia di Reggio manoscritto, Reggio Emilia
Re F. 1800 Viaggio agronomico per la montagna reggiana e Dei mezzi di migliorare l'agricoltura delle montagne reggiane Manoscritto, edito a cura di Carlo Casali. - Reggio Emilia : Officine grafiche reggiane, 1927. - 92 pp
Regione Emilia Romagna 2014 Uva Tosca http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/agrobiodiversita/doc/schede-specie-vegetali/vite/uva-tosca/view
Aggazzotti F. 1867 Catalogo descrittivo delle principali varietà di uve coltivate presso il csa. Avv. Francesco Aggazzotti del Colombaro. Tipografia di Carlo Vincenzi, Modena. pp.52
Casali C. 1915 I nomi delle piante nel dialetto reggiano. Atti del Consorzio di Reggio Emilia n.1. Tipografia Bondavalli. Reggio nell’Emilia. 126 pp.
Di Rovasenda G. 1877 Saggio di una ampelografia universale. Loescher, Torino.
Maini L. 1851 Catalogo alfabetico di quasi tutte le uve o viti conosciute e coltivate nelle provincie di Modena e Reggio secondo i loro nomi volgari. Tipografia Moneti e Pelloni, Modena
accessions of the same variety (1)
  • Uva Tosca - Dipartimento di Scienze della Vita - Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
updated at 2015-07-30 15:38:24 (4 years ago)